Homepage Articoli Stangata del Giudice sportivo per Daniele Vantaggiato ed Igor Protti

Stangata del Giudice sportivo per Daniele Vantaggiato ed Igor Protti

autore: Carlo Pannocchia

Arrivano pessime notizie dal Comunicato ufficiale della LND Toscana. L’ultima gara con il Perignano ha lasciato strascichi pesanti in casa Livorno, falcidiato dal Giudice Sportivo per la Toscana Cleto Zanetti. Sono arrivate squalifiche ed ammende per i calciatori Guido Polidori, Daniele Vantaggiato e il Club Manager Igor Protti. Una giornata di squalifica al portiere Pulidori. Mano pesante per il Club Manager del Livorno Protti, inibito a svolgere ogni attività fino al 4 febbraio 2022. Ancora più pesante la mano del Giudice Sportivo nei confronti di Vantaggiato squalificato fino al 4 marzo 2022. Questa la motivazione della sentenza del giudice sportivo: “espulso per somma di ammonizioni, dopo la notifica spingeva un proprio compagno di squadra contro il D.G., facendolo arretrare di circa 1 mt, senza provocargli alcuna conseguenza lesiva. Uscendo dal terreno di gioco offendeva e minacciava l’Arbitro. Sanzione aggravata in quanto capitano”. Da notare che la squalifica a tempo nei confronti dell’attaccante Daniele Vantaggiato non permetterà al calciatore pugliese di scendere in campo neanche quando la squadra amaranto giocherà in Coppa Italia. La gara di domenica ha generato diverse polemiche nei confronti della direzione arbitrale di Mauro di Pistoia dopo le due espulsioni. Nel frattempo la società amaranto ha preso la seguente posizione: l’Unione Sportiva Livorno 1915, preso atto dei provvedimenti irrogati dal giudice sportivo nei confronti dei tesserati Daniele Vantaggiato e Igor Protti, esprime il proprio stupore per l’entità delle due squalifiche e si riserva ogni iniziativa a supporto del calciatore e del dirigente una volta presa visione degli atti ufficiali della gara, confidando nell’equilibrio degli organi di giustizia sportiva. La posizione della società sarà rappresentata in maniera più approfondita dal presidente Paolo Toccafondi, che terrà una conferenza stampa domani (venerdì 5 novembre) alle ore 15.30 allo stadio Armando Picchi.

Related Posts

1 commento

sandro morelli 05/11/2021 - 14:28

Buongiorno a tutti. Leggendo le motivazioni della maxi squalifica al Toro, salta agli occhi la cattiva fede dell’arbitro, che, ben sapendo che non è possibile addurre la prova Tv come difesa, ha mentito sulla aggressione fisica operata dal Toro, quando appare chiaro che lui nemmeno viene sfiorato da un qualsiasi giocatore del Livorno. Non posso dire nulla sulla gravità delle frasi rivoltegli da Vantaggiato, ma a questo punto, se ha mentito su una può avere mentito anche sull’altra.
per quanto riguarda Igor, il fatto di non essere stato messo nella distinta da consegnare all’arbitro, è stato un grossissimo errore, anche se, mi piacerebbe sapere, quanti dirigenti o presunti tali, in Eccellenza ma anche in D, sono effettivamente “ufficialmente” lì.
Mi piacerebbe inoltre sapere cosa di così grave ed offensivo, Igor possa avere detto all’arbitro stesso tanto da prendere una inibizione di 3 mesi, quando poco prima Igor stesso si era recato negli spogliatoi del Perignano per complimentarsi con gli avversari per la bella prova disputata. C’è qualcosa che non torna in queste cose, se mi girano le scatole non mi complimento con gli avversari, se sono sereno, all’arbitro posso dire qualcosa ma senza esagerare, non certo da prendere 3 mesi di squalifica.
Sinceramente, questa ennesima DIMOSTRAZIONE DI QUANTO SIAMO AMATI a livello federale, mi ha stancato.
Domani 5000 belve al Picchi, asfaltiamo il Certaldo e poi asfaltiamo il campionato,noi non abbiamo bisogno di nessuno, solo di noi stessi, società, squadra e pubblico.

Rispondi

Lascia un commento

Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità
Fai clic sotto per acconsentire all'utilizzo di questa tecnologia e al trattamento dei tuoi dati personali per queste finalità. Puoi cambiare idea e modificare le tue opzioni sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Accetta Leggi tutto

Privacy & Cookies Policy