Homepage Articoli Livorno-Entella 4-4, le pagelle del match: partita rocambolesca

Livorno-Entella 4-4, le pagelle del match: partita rocambolesca

autore: Lorenzo Muffato

Livorno – E’ successo praticamente di tutto al “Picchi”, un pareggio rocambolesco per 4 a 4 che ha lasciato tutti perplessi. Il Livorno stava controllando il match quando il finale è stato qualcosa di incredibile, con i 5’ di recupero che, virtualmente, sono durati delle ore. Assai arduo il compito di redigere queste pagelle, prima di tutto ci sarebbe da dividere il voto in primo tempo e secondo tempo, poi un altro voto per il finale di gara. Insomma, una partita come non si vedeva da tempo.

Le pagelle degli amaranto

Plizzari 4.5. A fine primo tempo confessiamo che sarebbe stato sul 6.5. Peccato per il rigore, stava per compiere il miracolo su Schenetti. Qualche uscita a farfalle e nella ripresa neutralizza una bella conclusione di Mazzitelli, il lavoro non gli manca di certo, ma nel finale combina un disastro. L’uscita su Pellizzer, scusate il francesismo, è “roba da torte”. Il difensore trasformatosi in attaccante non ha problemi a segnare il 4 a 4 beffandolo con un lob.

Del Prato 6. Nella prima frazione il Livorno spinge più sulla fascia sinistra, ad ogni modo in fase di copertura è attento. Dialoga bene con Marras e nel secondo tempo deve contenere un clientaccio come Currarino. Si salva per l’impegno e per il fatto che non toglie mai la gamba.

Bogdan 5.5. Attento e glaciale nella prima frazione, Manuel De Luca è roba sua e non crea nessun tipo di pericolo. Nel finale, però, non è esente da colpe e la difesa traballa troppo concedendo spazi evitabili.

Boben 5. Sempre un po’ goffo e Tramezzani dovrebbe farlo allenare con le manette, così si abituerebbe a non sventolare troppo le mani in area. La spinta su Settembrini è veramente irrisoria, ma il contatto c’è e quindi, purtroppo, talvolta basta soltanto una flebile spintarella per ingannare gli arbitri. Nel primo tempo argina bene Giuseppe De Luca, ma nel finale questo fa il diavolo a quattro. Che è successo?

Porcino 6. Gran prima frazione, come tutti del resto. Dopo 7’ imbecca perfettamente Agazzi nel cuore dell’area. Gioca bene con Muri sull’out mancino.

Luci 6. Fino al quarto d’ora dalla fine è da 7 in pagella, ma nel finale non riesce a tranquillizzare i compagni e sembra, anche lui, inglobato dall’alone della paura generale. Peccato, il capitano è sempre l’ultimo a mollare.

Agazzi 5.5. Nella ripresa cala come tutto il collettivo, ci aspettavamo più carattere da lui.

Rocca 6. Fa partire l’azione del primo gol, gioca bene e lotta come non lo abbiamo mai visto a centrocampo. Nella seconda frazione è visibilmente stanco, Tramezzani avrebbe potuto sostituirlo.

Marras 6.5. Il vantaggio iniziale arriva grazie al suo palo. In molte occasioni, però, cerca il dribbling di troppo. Fa impazzire il “Picchi” con il gol nel finale, non possiamo dargli un voto peggiore, alla fine il suo lo ha fatto…

Braken 7. Lotta, sgomita, fa sponde, procura il rigore e segna il suo primo gol. Una prestazione eccezionale quella di Braken, peccato per l’erroraccio a tu per tu con il portiere. Ad ogni modo è stata la sua miglior partita da quando è in amaranto: dispiace che sia finita così. (38’ st Gasbarro 5. Entra in un momento delicato della partita, ma non riesce a dare il giusto apporto alla retroguardia).

Vota il tuo giocatore preferito
Vota il migliore degli amaranto..
Vota il migliore degli amaranto..
Vota il migliore degli amaranto..

Murilo 7.5. Gol, assist e tanto sacrificio anche in fase di interdizione. I rumors di mercato e le parole di stima di Tramezzani sembra che gli abbiano fatto bene. Stesso discorso come per Braken, peccato che sia arrivato un pari così dopo una partita giocata ottimamente (24’ st Raicevic 5. Entra e gioca sulla sinistra, mostrando dei limiti dettati anche da una posizione a lui non congeniale (anche se già provata ad Empoli). Poi al centro dell’attacco non lascia il segno, proprio per niente…).

Tramezzani 5.5. Primo tempo da 8. La squadra però non ha carattere e secondo noi, poteva togliere Rocca per un altro centrocampista o per un difensore. C’è tanto da lavorare sulla testa di questi ragazzi e lunedì c’è il Perugia al Renato Curi.

Related Posts

Lascia un commento

Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità
Fai clic sotto per acconsentire all'utilizzo di questa tecnologia e al trattamento dei tuoi dati personali per queste finalità. Puoi cambiare idea e modificare le tue opzioni sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Accetta Leggi tutto

Privacy & Cookies Policy