Homepage Articoli L’arbitro di domenica: Michele Piccolo di Pordenone

L’arbitro di domenica: Michele Piccolo di Pordenone

autore: Carlo Pannocchia

Sarà Michele Piccolo della sezione di Pordenone l’arbitro di Livorno-Maccarese, ritorno degli Spareggi Nazionali, in programma domenica alle ore 16.30 allo stadio “Armando Picchi” di Livorno. Il fischietto friulano sarà coadiuvato da Alessandro Castellari di Bologna e Badreddine Mamouni di Tolmezzo. In questa stagione ha sulle spalle 23 gare dirette: 9 vittorie dei locali, 7 pareggi e 8 vittorie esterne. Cinquantadue ammonizioni e quattro espulsioni. Nessun precedente con entrambe le squadre.

Related Posts

3 commenti

sandro morelli 06/06/2022 - 08:38

Buongiorno a tutti. Arbitro a parte, che non mi è per niente piaciuto, siamo arrivati all’atto finale, cioè lo spareggio da dentro o fuori col Pomezia, vincitrice ai rigori dell’altra semifinale.
La prestazione di ieri è stata ancora sottotono, anche se c’è da sottolineare il fatto che si è creata fin da subito una situazione precaria di risultato che ha inciso notevolmente sullo svolgimento della gara.
Il Livorno di ieri ha evidenziato che i vecchi, Torromino, Vantaggiato e Luci, paiono ormai alla frutta, fisicamente appesantito oltre il dovuto Vantaggiato, inconcludente e poco incisivo in avanti Torromino, in evidente calo fisico Luci, solita presenza impalpabile, come spesso ci ha abituato in questa stagione Bellazzini.
Contro il Pomezia ci vorrà ben altro se si vuole passare in D, e mancheranno Vantaggiato per squalifica e molto probabilmente anche Luci, vista la botta alla caviglia rimediata nel primo tempo di ieri, tuttavia, bisognerà gettare il cuore oltre l’ostacolo, saranno due partite durissime ma è una finale e per definizione le finali sono durissime.
Ultima nota sull’allenatore: la smetta di dire le solite cose che fanno indispettire, la pressione, i giocatori non vanno caricati troppo, in settimana facciamo delle cose che poi la domenica non vengono fuori; io ho l’impressione che sia ormai una sorta di separato in casa. Su FB nell’intervista ha parlato di “situazione allucinante”, e che se vincesse qui a Livorno, potrebbe allenare anche in Champion’s per la tensione che c’è qui; si tranquillizzi, lui, come tanti altri la Champion’s la vedrà in TV, magari seduto comodamente sul divano di casa o al bar del suo paese. E forse non vedrà nemmeno la D. saluti a tutti.

Rispondi
sandro morelli 13/06/2022 - 08:47

Buongiorno a tutti. Il successo di ieri è stato meritato, se non altro per la determinazione che la squadra ha messo nel rimontare una situazione che si stava facendo molto complicata dopo il repentino vantaggio del Pomezia e la loro condotta di gara, avallata dall’atteggiamento della terna arbitrale che, fosse stato appena normale; non avrebbe consentito manfrine, sceneggiate e fallacci da espulsione che hanno caratterizzato l’atteggiamento dei laziali praticamente dall’inizio.
A proposito di questo, ci sarà da stare molto attenti domenica prossima. il vantaggio è risicato, (basta lo 0-1 per perdere la finale), e ci saranno gli stessi atteggiamenti dei nostri avversari elevati al cubo. Nervi a posto (speriamo che vantaggiato lo capisca di tenerli a posto i nervi), e ritengo fondamentale l’arbitraggio, che dovrà essere equilibrato, altrimenti sarà un grosso problema. Bisogna girare a ns favore la situazione di tensione che inevitabilmente si creerà in campo e che il Pomezia di questa situazione ne rimanga vittima. Compito arduo ma non impossibile, forza Ragazzi, l’ultimo sforzo.

Rispondi
sandro morelli 21/06/2022 - 14:26

Buonasera a tutti. Come ho già scritto in privato a Carlo, non mi ha troppo sorpreso la sconfitta di domenica, non avevo troppa fiducia né nella squadra né nel Mister, per i motivi ormai a tutti noti.
Comunque in attesa del pronunciamento della Giustizia sportiva, dalla quale peraltro non è da attendersi molto, ci sarà la conferenza stampa del Presidente Toccafondi e da lì potremo capire molto di quelli che saranno i programmi futuri.
Mi auguro che vengano tenuti solo i giocatori “anziani” con maggiori garanzie, nella fattispecie Russo e Luci, dei giovani, venga rinnovata la fiducia a Apolloni, Pecchia, Gelsi, Giuliani e io confermerei anche Pulidori che comunque il suo l’ha fatto, titolare o meno sarà da vedere.
La squadra andrà inoltre completata con giocatori di categoria o da serie D, possibilmente giovani e di atletismo, non è più possibile vedere gente che cammina in campo appena viene fuori il caldo o perchè, reduci da un infortunio, pagano il dazio dell’età elevata. Non so se saranno confermati i quadri dirigenziali attuali, in particolare la figura del DS, errori ne sono stati fatti, e l’incertezza che ci accompagnerà almeno fino a metà luglio (forse in quel periodo sapremo qualcosa della vicenda TAU- Figline), non favorirà certo una sicura “logistica” costruzione del nuovo Livorno. Ci vorrà un DS che sappia mediare tra l’incertezza della posizione “contrattuale ” e la possibilità di un ripescaggio. difficile, molto difficile. Dove giocheremo infatti? Io sono pessimista e dico ancora Eccellenza, qualcuno invece la vede più rosea e ritiene in serie D.
Ad ogni modo, saluti a tutti.

Rispondi

Lascia un commento

Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità
Fai clic sotto per acconsentire all'utilizzo di questa tecnologia e al trattamento dei tuoi dati personali per queste finalità. Puoi cambiare idea e modificare le tue opzioni sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Accetta Leggi tutto

Privacy & Cookies Policy