Homepage Articoli Il Livorno ufficializza l’esonero di Breda: squadra a Filippini

Il Livorno ufficializza l’esonero di Breda: squadra a Filippini

autore: Carlo Pannocchia

La seconda avventura di Breda, sulla panchina amaranto è durata pochissimo, appena un mese, troppo umilianti le sconfitte in campionato, soprattutto quella con il Pisa, per non avere ripercussioni in un club come il Livorno, dove l’esonero degli allenatori è una pratica assai comune. La società amaranto ha ufficializzato in tarda serata, ma la notizia era ormai nell’aria, l’esonero di Roberto Breda. Dopo le serrate consultazioni, la società ha dunque optato per la scelta più drastica. Sarà l’allenatore in seconda Antonio Filippini ad assumere la guida tecnica degli amaranto, attesi dall’incontro casalingo del prossimo 14 marzo con il Cittadella. Si conclude nel peggiore dei modi, dunque, il secondo ciclo di gestione Breda. Esonerato ad inizio dicembre e sostituito in panchina da Tramezzani, il tecnico fu poi richiamato a riprendere la guida del Livorno il 3 febbraio scorso. Il tecnico trevigiano è stato esonerato dopo altre 6 partite: una vittoria (con il Chievo), due pareggi e tre sconfitte. Il presidente Aldo Spinelli ha scelto Filippini per dare una scossa alla squadra ma ora il rischio della retrocessione è concreto.

Related Posts

1 commento

Sandro Morelli 09/03/2020 - 11:34

Il rischio retrocessione ormai non è più solo “un rischio” ma una evenienza quasi certa. Tutti sono colpevoli, in primis il Presidente, poi la dirigenza, l’allenatore e infine i giocatori. Quello che è peggio poi è la spaccatura che le ultime vicende hanno prodotto nella tifoseria, ormai interessa solo che Spinelli vada via o che Spinelli resti. Personalmente come sapete io propendo per la prima soluzione, quest’anno se ne è sopportate troppe di decisioni cervellotiche, di scelte sbagliate, di voler porre rimedi peggiori del danno prodotto. Spinelli ha finito a Livorno e lascerà macerie di una società che nemmeno ha più una propria sede. Un modo di gestire anacronistico, padronale i cui risultati sono sotto gli occhi di tutti, e non è per caso che ormai a Livorno vari giocatori rifiuti o di venire, ormai siamo fuori da tutto, con una società assente che c’è solo per pagare stipendi ed iscrivere la squadra al campionato. Per qualcuno sarà un grande merito, a me sembra il minimo che possa fare, ma con questo e basta, la fine del calcio a Livorno è solo questione di poco tempo.

Rispondi

Lascia un commento

Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità
Fai clic sotto per acconsentire all'utilizzo di questa tecnologia e al trattamento dei tuoi dati personali per queste finalità. Puoi cambiare idea e modificare le tue opzioni sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Accetta Leggi tutto

Privacy & Cookies Policy