Homepage Articoli Conosciamoli meglio: Andrea Bagnoli…la Volpe Rossa

Conosciamoli meglio: Andrea Bagnoli…la Volpe Rossa

autore: Carlo Pannocchia

Oggi il principale quotidiano locale,  ha intervistato l’ex attaccante del Livorno, Andrea Bagnoli, detto Volpe Rossa. Per conoscere meglio, Bagnoli, ripercorriamo la sua carriera di calciatore e dirigente, fino ad oggi.

LA CARRIERA DA CALCIATORE –

Classe 1967, giocava come attaccante, era il terminale offensivo insomma il classico centravanti, abile nel dribbling e il gioco aereo, era veloce ed aveva una buona precisione nel concludere a rete. Cresciuto nelle giovanili del Pisa, l’allora presidente dei nerazzurri Romeo Anconetani lo mandò in prestito al Porto Torres in serie D nel 1985. Poi milita nel Carbonia, Pontedera, Sambenedettese, Carpi, Spezia e Suzzara. Nel successivo campionato viene ceduto al Livorno, in serie C2, dove firma un contratto triennale. Arriva nel 1993 alla seconda stagione del presidente Claudio Achilli, in panchina Giuliano Zoratti, fu il direttore sportivo Roberto Tancredi a contattare il calciatore toscano. Nella formazione amaranto gioca di punta con Scalzo. Durante il primo anno segna ben 12 reti in 31 presenze, sfioranto la promozione: 3° posto con 62 punti dietro a Gualdo e Pontedera. Resta ancora al Livorno anche per il campionato 1994/95, nel quale alla guida tecnica si alterneranno due tecnici: Campagna e Burgnich. Il Livorno si piazza al 4° posto e raggiunge i play-off contro il Castel di Sangro. Nella doppia sfida con gli abruzzesi gli amaranto hanno la meglio in casa per 4-2 ma al ritorno subiscono un incredibile 2-0 fuori casa che sancisse l’eliminazione del Livorno in semifinale. In totale totalizza 20 presenze in campionato e tre gol. Terminata la stagione decide di lasciare la maglia amaranto, nonostante i tre anni di contratto. Con il Fucecchio chiude la carriera di calciatore nel 2002, all’età di 35 anni.

E QUELLA DI PROCURATORE –

Intraprende subito la carriera di procuratore sportivo (agente Fifa). Amministratore della Fiba Soccer, si occupa di intermediazioni e procure sportive. Esperto di calcio sudamericano nel 2004 avviene il salto di qualità, quando insieme al socio Eugenio Ascari, procuratore ed esperto di calcio sudamericano, avvia una collaborazione con Massimiliano e Manuele, figli dell’ex direttore sportivo del Livorno, Nelso Ricci. Tra il 2005 e il 2006 acquisì le procure dei brasiliani Paulinho ex amaranto ed Eder ex Sampdoria ed Inter.

Related Posts

Lascia un commento

Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità
Fai clic sotto per acconsentire all'utilizzo di questa tecnologia e al trattamento dei tuoi dati personali per queste finalità. Puoi cambiare idea e modificare le tue opzioni sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Accetta Leggi tutto

Privacy & Cookies Policy