Homepage Articoli Comunicato stampa Coordinamento Club Livorno

Comunicato stampa Coordinamento Club Livorno

autore: admin

Abbiamo ricevuto e pubblichiamo integralmente il comunicato stampa fattoci pervenire dal Coordinamento dal Coordinamento Club Livorno.
In primis come livornesi, sia come club di tifosi (ATL – Stua – Protti – Villaggio), uniti nel Coordinamento Club Livorno, non possiamo assolutamente tollerare quanto oggi si legge sulla stampa ed il sottoscritto, in qualità di presidente del CCL, vuole puntualizzare alcuni aspetti della tragicomica situazione nella quale, alcuni, forse troppi, personaggi, con a capo l’ex presidente Spinelli, hanno ridotto la nostra società di calcio, cancellando con una spugna intrisa d’aceto 106 anni di gloriosa militanza su tutti i campi calcati dalla nostra divisa amaranto. Ci sono passaggi che fanno veramente male, non solo al tifoso ma a Livorno intera, siamo stati portati alla berlina da questi personaggi che la stessa Federazione, con ritardo colpevole, considera non avere i requisiti richiesti per poter comprare la nostra società. Invece di certe dichiarazioni dovrebbero meditare e ringraziare Livorno ed i suoi tifosi, non so in quali altre piazze se la sarebbero cavata con le civilissime manifestazioni che ci sono state. Il sig. Spinelli non ci vuole ricevere, né noi né il Sindaco? Adduce a scusa, che vale un giorno sì e uno no, che lui con il Livorno ha chiuso, allora dico che oltre mezza intervista lo vede sempre protagonista, a tante domande avrebbe dovuto o non rispondere o rispondere diversamente.
Ci deve spiegare perché col suo 10% i possibili acquirenti si fanno vivi con lui e lui puntualmente gli dà il 2 di picche e le trattative naufragano (vedi offerta Tisone). Mi chiedo cosa conta chi detiene il 90% di questa società, chi non ha messo un euro, chi ha depauperato quel poco di buono che c’era: in queste condizioni dovrebbero accogliere a braccia aperte chi vuole comprare. Certamente la finanza, specialmente quella creativa, non è nostro pane ma se qualcuno di lor signori ci spiegasse bene la situazione, così tanto per capire … Le sue colpe se le scrolla di dosso accusando Federazione e Sindaco Salvetti … un po’ troppo facile. Mette in campo il sindaco di Pisa, forse s’è dimenticato delle settimane di querelle di quella vicenda e dell’ossessiva presenza nella trattativa dell’allora presidente di Lega B, Abodi! Accusa Salvetti come se avesse lui tutte le colpe: inserimenti di soci a getto continuo ma con gravi lacune finanziarie, allontanamento di possibili acquirenti etc non sono certo colpe del Sindaco. Si lamenta per lo sfratto dallo stadio? Il Sindaco è il sindaco di tutti e DEVE rendere di conto alla città che ha mille problemi quotidiani, non può certamente passare sopra a mancati introiti, recidivi, che sarebbero serviti, se incassati, per altri scopi. Doveva continuare a vedere usare spazi e strutture pubbliche da chi non paga? 300 euro la PLS 12.000 il Livorno? Vuol mettere arrivare col pullman, usare gli spogliatoi e fare una doccia con l’occupare tutto lo stadio o quasi, 7 giorni su 7. Il sig. Navarra ed il dott Gherlone non sono da meno nell’accusare Salvetti come unico e vero responsabile di questa situazione ed in modo anche offensivo “ha preferito le sagre della trippa”, non ci siamo proprio cari signori: tutti i signori che sono passati da via Indipendenza e nel” tondino” dello stadio A. Picchi dicano alla città ed ai suoi tifosi, ad ognuno di loro quanto è costato il Livorno Calcio. Ce lo dicano per favore. Ripeto il concetto se non vi fosse chiaro: se i pretendenti fanno le offerte a Spinelli che ha solo il 10%, lui le respinge e continua a girare la ruota, mi spiegate cosa ci state a fare? Solo a distruggere, a farvi beffe dei tifosi e della città. C’è solo una verità: tutti, ognuno per il proprio ruolo in questa farsa, hanno distrutto un pezzo di città, della nostra storia, della nostra cultura, francamente non ne capiamo i reconditi motivi, ma ci sono, ci devono essere!

Il Presidente
Coordinamento Club Livorno

Ivano Falchini

Related Posts

Lascia un commento

Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità
Fai clic sotto per acconsentire all'utilizzo di questa tecnologia e al trattamento dei tuoi dati personali per queste finalità. Puoi cambiare idea e modificare le tue opzioni sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Accetta Leggi tutto

Privacy & Cookies Policy