Homepage Articoli Cessione Livorno: Spinelli frena sul contratto, che ha in mente?

Cessione Livorno: Spinelli frena sul contratto, che ha in mente?

autore: Raimondo Bongini

Livorno – Sulla trattativa per la cessione del Livorno, è calata l’ombra delle garanzie. Garanzie per la gestione degli anni a venire alla guida del Livorno calcio, che Yousif e il suo entourage avrebbero  rigettato.

Da qui, i summits in casa Spinelli delle scorse ore e il successivo ritardo nel rinvio del contratto, sul tavolo dei legali  dell’imprenditore olandese. Del resto, non è scritto da nessuna parte, che uno debba rispondere a chi vende, delle proprie azioni future.

Certo, lo si può inserire nelle clausole di un contratto. Con il rischio, di far saltare la trattativa. E non si capisce perché,  visto che Spinelli, un giorno si e l’altro pure,  dice di non volerne più sapere del Livorno. Allora, perché alzare queste barricate sul preliminare . Di sicuro, non ci convince la favoletta, che lo Spinelli group, con fior di professionisti al proprio interno e con relazioni bancarie di primo piano, non sia fino ad oggi riuscito, ad acclarare la solidità economica di Yousif o di chi sta dietro di lui. Altrimenti, col cavolo che Aldo Spinelli avrebbe fatto perdere tempo ai suoi avvocati. Dal 5 febbraio ad oggi, dietro la chimera di un presunto acquirente. Resta il dubbio, di questa intera settimana, scorsa via senza che il contratto sia tornato in Olanda,  come se ci fosse qualcos’altro, che bolle in pentola in casa Spinelli.

Tutte le perplessità dopo il 30 giugno –

Di sicuro,  ulteriore tempo perso, perché anche in caso di firma e versamento, se è vero che tra un mese si potrebbe tornare a giocare fino al 20 di agosto, dal primo di luglio, Yousif,dovrebbe subentrare. Con tutti gli interrogativi del caso, anche se, per concludere il campionato, la nuova gestione avrebbe a disposizione i dipendenti attuali del Livorno calcio.  Con questi punti di domanda,  affrontiamo il week end, in attesa di novità, non appena (lunedì o martedì) il contratto tornerà in Olanda, speriamo per l’ultima volta.

Related Posts

Lascia un commento

Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità
Fai clic sotto per acconsentire all'utilizzo di questa tecnologia e al trattamento dei tuoi dati personali per queste finalità. Puoi cambiare idea e modificare le tue opzioni sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Accetta Leggi tutto

Privacy & Cookies Policy