Homepage Articoli Cessione Livorno: basta mezze verità i tifosi meritano rispetto..

Cessione Livorno: basta mezze verità i tifosi meritano rispetto..

autore: Raimondo Bongini

Livorno- Sembra che in serata Cristian Traverso si sia confermato fiducioso  si legge sulla stampa locale- sull’esito della trattativa. Meno morbidi i segnali arrivati ieri pomeriggio da Genova, che noi abbiamo puntualmente riportato.  Non vogliamo però  a mente fredda escludere niente, anche perché  dichiarazioni ufficiali al momento non ne sono arrivate o perlomeno Spinelli,  le ha fatte solo trapelare. Magari oggi Fernandez fa arrivare i soldi sul conto del notaio e l’operazione si riapre. Ma stiamo parlando di scenari ipotetici anche perché la trattativa con gli argentini e’ cominciata l’inverno scorso e se e’ vero che lunedi il potenziale acquirente si  sarebbe accordato per fare il bonifico e poi non l’ha fatto,  e’ normale che il Presidente, che e’ uomo navigato e che al Livorno ci tiene, abbia ritenuto opportuno estrarre il cartellino rosso. Poi lo ripetiamo, lo sanno tutti che le trattative sono soggette ai colpi di teatro. E non vi ingannino i vezzeggiamenti che Spinelli ha fatto nei giorni precedenti all’incontro, all’indirizzo di Fernandez. Li fece anche a Yousif e poi sappiamo come e’ andata a finire. In generale gli Spinelli hanno sempre detto di voler cedere la societa’ a soggetti specchiati, con una loro attività alle spalle. E invece di questo Fernandez non si e’ mai riusciti a sapere nulla, nonostante personali ricerche fuori e dentro il mondo del calcio.  E tutti quelli che sono usciti fuori con quel nome, erano solo omonimi e nulla più. Ora capiamo i patti di riservatezza, che anche noi indirettamente abbiamo volentieri sposato, per il bene della trattativa e non per avere le notizie in esclusiva da un soggetto piuttosto che da un altro.  Ma per le prossime circostanze invitiamo tutti e in particolare gli addetti ai lavori( nessuno escluso) a scandagliare preventivamente le caratteristiche del prospetto  interessato. Perché non si puo’tutte le volte accreditare  o demonizzare candidature, che poi alla lunga si rivelano comunque inadeguate. E’vero che le trattative sono private ma e’  compito dell’informazione spiegare alla gente con chi si ha a che fare. Troppo comodo fare le inchieste a babbo morto. Con i nostri modesti mezzi noi ci proviamo. Chi ne ha di più  qualificati e’ invitato a fare altrettanto. Anche il Presidente  può  utilizzare i mezzi di informazione come meglio crede ma ai tifosi che pagano il biglietto, deve rispetto. E non dubitiamo che alla resa dei conti verrà  incontro alle loro esigenze.

 

Related Posts

Lascia un commento

Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità
Fai clic sotto per acconsentire all'utilizzo di questa tecnologia e al trattamento dei tuoi dati personali per queste finalità. Puoi cambiare idea e modificare le tue opzioni sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Accetta Leggi tutto

Privacy & Cookies Policy