Homepage Articoli Al lupo al lupo.. di Francesco Foresi..

Al lupo al lupo.. di Francesco Foresi..

autore: Raimondo Bongini

Livorno- Dall’ autorevole corrispondente di Gazzetta dello sport, Francesco Foresi, riceviamo e pubblichiamo questo articolo che non nasconde la passione e l’attaccamento del giornalista alle sorti del Livorno calcio…

 

“Al lupo al lupo: il Livorno dopo 21 anni di sicurezza economica sembra essere tornato alle incertezze e angosce di un tempo quando si erano affacciati personaggi discussi e discutibili.  A meno di un mese dal passaggio della proprietà regna il caos più assoluto che merita alcune considerazioni.
In un mondo del calcio sempre più povero bisogna farsi una domanda. Chi può avere interesse a rilevare una società come il Livorno che è appena retrocesso in serie C, che ha in rosa 20 calciatori sotto contratto per poco meno di 4 milioni e difficilmente vendibili più un debito con Carige di 1 milione più spese correnti tra dipendenti e varie per altri 500mila euro. Numeri che chi vuole comprare la società può facilmente venirne a conoscenza.  Ora tutti quei soggetti che stanno litigando (gruppo Cerea e Navarra) ci devono spiegare che intenzioni hanno e sopratutto se hanno i soldi per gestire la società. Adesso assistiamo ad uno scarica barile di responsabilità e purtroppo c’è chi li prende anche sul serio.
A me tornano alla mente gli anni con i vari Caresana e Mantovani. Anni bui che non vorremmo più rivivere. E allora?  Intanto ci piacerebbe sapere dall’ex presidente Spinelli i motivi per i quali ha accettato di trattare con la banca veronese che ha presentato un gruppo di soci  dove nessuno ci mette la faccia ma resta nell’ombra. Poi resta da capire la solidità economica di questo gruppo.  Poi c’è Navarra che si è esposto in prima persona (e questo gli fa onore) dipingendosi come una vittima. Ma vittima non è e non può farci credere di avere commesso una ingenuità fidandosi sulla parola all’interno di una trattativa così complessa economicamente. Resta da capire se ha veramente le risorse per rilevare la società. A Livorno serve una proprietà solida e certa. È arrivato il momento di gettare la maschera e giocare a carte scoperte da parte di tutti gli attori da Spinelli a Navarra fino al gruppo legato alla banca veronese.  Lo merita la città e soprattutto i tifosi.

Francesco Foresi

Related Posts

Lascia un commento

Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità
Fai clic sotto per acconsentire all'utilizzo di questa tecnologia e al trattamento dei tuoi dati personali per queste finalità. Puoi cambiare idea e modificare le tue opzioni sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Accetta Leggi tutto

Privacy & Cookies Policy